Rai YoYo

  • myfunnymachine425

    Candy machine, o più comunemente macchina delle caramelle, è il nuovo gioco che vi proponiamo per ingaggiare dei match in famiglia a colpi di click!

    Tranquilli genitori, non servono monetine per attivare il distributore di colorate prelibatezze, ma il game parte semplicemente cliccando alla voce gioca!

    E’ un gioco meno facile di quel che sembrerebbe a prima vista: non si tratta semplicemente di cliccare sulle caramelle contigue dello stesso colore, e vederle sparire accompagnate da un suono metallico…..il difficile sta viceversa seguire la giusta strategia che vi permette di arrivare fino in fondo al percorso, “azzerando” tutte, ma proprio tutte le caramelle allineate…..

    Pancia mia fatti campanna?

    Più che riflessi e voracità, qui serve semmai occhio e tattica…..ma se i vostri bimbi amano semplicemente “smanettare” fra colori e caramelle, lasciateglielo fare: questo gioco è anche per loro!

    Buon divertimento con My Funny Candy Machine!

    Per bambini e…per adulti-bambini!

  • topotip425

    Sta arrivando il carnevale e, con esso, i tanti dubbi sui costumi da comperare o costruire per i vostri piccoli!

    La cosa migliore per voi genitori è sicuramente quella di ascoltare i desideri dei vostri bambini e industriarvi nel  progettare insieme a loro il costume dei desideri!.

    Nell’episodio “La festa in maschera” il piccolo Topo Tip è piuttosto scoraggiato: vorrebbe tanto fabbricare un bel costume, ma non ci riesce. Gli viene in aiuto la zia, che, dispensando un po’ di ottimismo, lo invita a usare colla e fantasia e a non scoraggiarsi….guardate insieme ai vostri bambini questo episodio, e magari prendete anche qualche spunto!

    A Carnevale – si sa – ogni scherzo vale! Ma è proprio così? Nell’episodio de “La casa delle api”, “Scherzi paurosi”, viene tirato in ballo in uno scherzo di pessimo gusto un “viscido mostro della foresta spettrale che si nutre di apette”……scoprite come va a finre, è un episodio che invita alla cautela, quando si progetta qualche “tiro mancino”…..

    Nel mondo fatato in miniatura dell’elfo Ben e della Principessa Holly c’è gran movimento: “La festa degli elfi e delle fate”  ci offre un’allegra festa in costume…divertitevi a vederla con i vostri bambini, c’è di che sorridere fra inondazioni di gelatine magiche e piccoli elfi intrappolati nella glassa della torta….

    Cari genitori, non avete idea di quale maschera creare per i vostri figli? Niente paura, vi veniamo incontro, fornendovi non soltanto spunti e idee…..

    Nel sito creato ad hoc per il carnevale, si passa ai fatti: fra le maschere da ritagliare e colorare c’è un’ampia scelta per voi!

    Si parte con le mascherine di Topo Tip, per passare a quelle dell’Albero Azzurro, per arrivare a quelle della Melevisione, passando per la coroncina di Peppa Pig!

    Con “My Funny Luchadores” potete anche giocare insieme ai vostri bambini provando a piacimento diverse combinazioni di colori e forme per personalizzare la maschera che volete!

    Abbiamo pensato veramente a tutti…..forza, colla e forbici, e via!, create i costumi con i vostri bambini!

     

  • trenodeidesideri425

    Chi è che da piccolo non ha amato giocare con i dinosauri?

    Non è un caso che questi giganteschi rettili che hanno popolato il pianeta per milioni di anni sono (e continuano ad essere) protagonisti dell’immaginario infantile e adolescenziale, temibili e allo stesso tempo attraenti non soltanto per i piccoli paleontologi in erba.

    Il Treno dei Dinosauri – su RaiYoYo e visibile anche sulla Replay – ci conduce indietro nel tempo a bordo di un treno a vapore variopinto quanto sufficientemente spazioso da poter ospitare viaggiatori piuttosto ingombranti, che non passano certo inosservati….

    I tragitti – va da sé – sono molto avventurosi, oltre che, naturalmente, istruttivi senza essere noiosi: il celebre paleontologo Scott Sampson è la “guest star” di ogni episodio, che presenta sintetiche sequenze in “live action” dove biologia, scienze naturali e paleontologia vengono divulgate in maniera brillante.

    Se brontosauri, rettili volanti e triceratopi fanno istintivamente scappare via a gambe levate, ecco allora che per i piccolissimi abbiamo pensato ad un gioco per “familiarizzare”, per quanto possibile, con la preistoria: “My Funny T-Rex”.

    Corpo, testa, coda, scena e sfondo sono gli elementi che il bambino può selezionare a colpi di click, senza dimenticare un tocco di houmor per stemperare possibili tensioni al cospetto di creature tanto “mostruose”…..

    Che ne penserebbe T-Rex Buddy, protagonista della serie, della vostra creatura digitale?

    Salite anche voi sul suo vagone non perdendo neanche una delle sue avvincenti esperienze nel passato!

    E giocate insieme ai vostri bambini con “My Funny T-Rex”!

  • thehiveperfb

    Honeybee Hive è un mondo popolato da tante api vivaci che vivono la loro tranquilla quotidianità, confrontandosi con i problemi di tutti i giorni.

    La famiglia protagonista di questa serie prodotta in CGI e andate in onda su RaiYoYo sono il curioso e avventuroso Buzbee; la dolce e allegra Babee; la volitiva e dinamica Rubee; Nonna Bee e Nonno Bee con il loro animale da compagnia, la dispettosa pulce Jump!

     

    Volete scoprire l’identikit di questi piccoli e simpaticissimi “eroi” alati?

    Per i bambini c’è un sito-alveare tutto per loro!

    Le attività pensate per i piccoli sono “stampa e colora”, e alcuni giochi: scopri le differenze fra due immagini e scopri la strada di un intricato labirinto…..

    Nel sito i bambini troveranno anche diverse immagini dei loro beniamini e tante video delle avventure di queste simpatiche api dove centrale è la vita di una comunità e la relazione fra i membri che la compongono, che vivono in armonia interagendo fra loro con la giusta allegria.

    Scopri il sito!

  • pimpa250Grazie al servizio di RaiReplay potete rivedere i cartoni più amati dai vostri figli.

    Vi consigliamo alcuni episodi imperdibili da rivedere questa settimana.

    “Guarisci presto” (“Masha e l’orso 2 – Episodio 2) vi strapperà molte risate: la piccola Masha si improvvisa provetta infermiera alla prese con il suo amico orso, che adottati i panni del malato fa di tutto per cullarsi nella bambagia e non far nulla (se non giocare, strimpellare la chitarra, danzare, quando non visto). La povera bambina è sempre più zelante nel prendersi cura dell’orso…..ma scoprirà il trucco? Leggi tutto…

  • dinosauri300Tanti, tantissimi sono i disegni arrivati a “La posta di YoYo“: i vostri bambini sono davvero creativi in erba!

    Potete rivedere le creazioni arrivate in redazione nelle photogallery che abbiamo creato per loro!

    Valorizzare l’estro dei piccoli è quasi d’obbligo. Molti sono i disegni ispirati ai cartoni animati, ma non mancano neppure i disegni “a tema libero”.

    Divertitevi a scoprire la fantasia su carta non solo dei vostri bambini, ma di tutti i bambini che hanno aderito all’iiniziativa!

     Sfoglia le photogallery

     

  • News Kids

    19 maggio 2014
    12:51

    Gioca con Dentureman!

    denturman300Tutti conoscono Pac-man, uno dei videogiochi più conosciuti di tutti i tempi: la pallina gialla mangia-punti rincorsa da minacciosi fantasmini multicolori che si muovono a velocità crescente lungo gli stretti corridoi del labirinto dove lo stesso Pac-man va avanti e indietro, nel tentativo di divorare tutte le palline in esso contenute (e aver salva la pelle).

    Ebbene, direttamente ispirato al videogioco dei videogiochi, arriva “Dentureman”, il gioco on line perfettamente iscritto nell’attualità.

    A “scalzare” Pac-man e conquistare la scena è infatti una dentiera: non una bocca sensuale e carnosa, ma proprio la protesi mobile – più mobile che mai – tipica della terza e quarta età, a cui è delegato il compito arduo di “mangia punti”.  E la sua attualità è data dal fatto che – notizia recente – se l’età media si alza al crescere dell’età biologica, sempre più – dicono i dentisti – sono i clienti anche “meno vecchi” che optano per le dentiere.

    Chi ha guai con i denti naturali e non ha soldi e pazienza per lunghi lavori mirati a ridonare smalto al proprio sorriso, comincia a pensare alla cara e buona dentiera.

    Il gioco, ovviamente, mette alla prova riflessi e abilità cognitive: quanti sono gli esercizi di brain training, destinati agli anziani, per tenere in allenamento i propri neuroni?

    Tanti, tantissimi. E mentre i vari Sudoku imperversano, “Denturman” ripesca e cita un vecchio videogioco per testare la prontezza di riflessi con tutta l’ironia del caso: sì, perché strada facendo, Denturman trova da ingoiare delle pillole disseminate qua e là, che ne aumentano il punteggio. Mentre gli immancabili fanstasmini cercano di ostacolarne la “trionfale” avanzata.

    E anche se siamo in zona terza, quarta età (ma, ricordiamolo, non solo), non c’è alcuno sconto per nessuno: all’avanzare del nostro “Denturman”, aumenta anche la velocità di movimento dell’eroe e degli antagonisti.

    I riflessi devono essere tutti – ma proprio tutti – convocati all’appello.

    Il gioco – va da sé – mira  a coinvolgere attorno allo schermo del pc non due, ma tre generazioni: a torto i nonni vengono tagliati fuori dal mondo dei videogiochi.

    Livello dopo livello, un sorriso c’è per tutti. Anche per chi non  ha denti.

    Gioca a denturman!

  • fata400

    Come non festeggiare la festa della donna l’8 marzo con un omaggio ai personaggi femminili di alcuni dei cartoni attualmente in onda su RaiYoYo?
    Si comincia con la beniamina delle mamme come delle figlie: l’Ape Maya, che in 3D (remake della serie originale del 1975) continua a svolazzare nei campi fioriti, portandoci la sua allegria e il suo amore per la libertà!

    Guardate il sito dell’Ape Maya e scoprite tutte le attività!

    “Resta di stucco, è un barbatrucco!”: passando ad un altro cavallo di battaglia della fantasia, che ha unito più di una generazione – siamo ancora alla metà degli anni ’70-, peschiamo dalla celeberrima serie Barbapapà (tratta dal fumetto ideato dai coniugi Annette Tison e Talus Taylor) alcune graziosissime creature femminili dal corpo straordinariamente modellabile: Barbamamma, prima di tutto, dall’inconfondibile colore nero, e dal capo incoronato da tanti fiorellini; Barbabella, di color viola; la polistrumentista nonché verde Barbalalla; la frizzante e arguta Barbottina, che di colore è invece arancione; potete rivedere alcuni video della simpatica famiglia dalle tematiche ecologiste!
    Dai Cartoni dello Zecchino abbiamo invece pescato una figura femminile certamente rassicurante, rappresentata come una dolce vecchietta tutta intenta nella preparazione del caffè: Il caffè della Peppina!
    Cantate per rendere giusto onore alla Peppina e al suo caffè! E, naturalmente, guardate il video!
    E poi ancora la fatina Holly de Il piccolo regno di Ben e Holly”, con la sua immancabile bacchetta magica in compagnia del suo inseparabile amico elfo dalle orecchie a punta: una di quelle fatine che destano immediata familiarità! Guarda il video
    Il mondo di RaiYoYo declinato al femminile si è arricchito di un altro personaggio che da poco è entrato a far parte della famiglia. Stiamo parlando della dolcissima coniglietta Mofy, che vive in un mondo tutto – ma proprio tutto – fatto nientedimeno che di cotone….
    Dal batuffolo di cotone – candido regno della coniglietta Mofy – precipitiamo infine nella pozzanghera ilare di Peppa Pig, superstar di RaiYoYo, a cui rendiamo omaggio insieme a Mamma Pig: guardate il sito!
    E un pensiero particolare va anche alla pecora Shaun……

    Insomma, l’invito è esplicito: rivedete tutte queste eroine grazie al servizio di RaiYoYo Replay e ….buona festa della donna!

  • News Kids

    4 marzo 2014
    10:26

    Un saluto a Mario Lodi

    cipiimmaginiNello speciale “Questo l’ho letto io”, lo speciale dedicato alle videorecenzioni dei piccoli lettori, non potevano non far capolino due libri del “maestro di Vho”, Mario Lodi, che si è spento domenica scorsa a Drizzona, vicino a Piadena, a 92 anni, dopo una vita dedicata alla scuola e ai bambini.
    Il suo “Cipì” (edito nel 1961), la storia di un uccellino combina guai che sulla strada della crescita si imbatte in tante peripezie, è diventato un vero e proprio besteller.

    E la piccola Gaia ce lo consiglia semplicemente “perché è molto divertente” .

    Con il suggerimento di Gaia ricordiamo così Mario Lodi, insegnante, scrittore, pedagogista, infaticabile creatore di storie, che ha messo la sua firma su moltissimi titoli come “I Quaderni di Piadena”, “Il paese sbagliato”, “La mongolfiera”, “La città sottosopra”, “Il drago del vulcano e altre storie”, “Il Paese sbagliato”, soltanto per citarne alcuni.

    Lo sviluppo dell’intelligenza e dell’inventiva del bambino – dirà Lodi, “da grande” – passano attraverso la conoscenza profonda della vita stessa del bambino, della sua realtà più prossima, e ogni processo educativo matura grazie all’interiorizzazione di una esperienza intellettuale come emotiva.dena”, “Il paese sbagliato”, “La mongolfiera”, “La città sottosopra”, “Il drago del vulcano e altre storie”, “Il Paese sbagliato”, soltanto per citarne alcuni.
    Classe ’22, innovatore della scuola italiana già dal dopoguerra, attento alla sensibilità dei ragazzi posti al centro di ogni attività educativa (e con cui ha pubblicato anche alcuni testi, tra cui lo stesso Cipì), Mario Lodi lascia una preziosa eredità narrativa e intellettuale
    Un impegno infaticabile nell’educazione che lo ha visto protagonista e partecipe nel pensare alle pratiche educative grazie anche all’Associazione Culturale Casa delle Arti e del Gioco, che lui stesso ha fondato nel 1990 come luogo di sperimentazione della creatività e dei nuovi linguaggi,e diventata nel tempo anche punto di riferimento per molti insegnanti.
    Cosa pensava di fare da grande, il “maestro di Vho?”: “Volevo fare il falegname, vivere in una segheria tra trance e pialle, sgorbie e lime. Il mio modello era Geppetto, l’artigiano di Collodi. Sì, volevo essere come Geppetto con Pinocchio”, disse Mario Lodi.
    Un rapporto diretto con la materia del creare, già nei suoi sogni di bambino, dove la motivazione af

    lodi

    fettiva era evidentemente alla base dello stesso atto creativo.

    Frugare fra le pieghe della realtà di un bambino, essere continuamente aperti al dialogo, ragionare intorno a parole chiave come Cooperazione e Solidarietà: nel documentario di Vittorio de Seta dedicato all’indagine del mondo della scuola in Italia (anno 1979), Mario Lodi parla dell’esperienza scolastica che deve essere vissuta dal bambino come “impegno interessato”, utile a soddisfare l’esigenza motoria, sociale, di conoscenza dello stesso.

    “Premio Unicef 2005 Dalla parte dei bambini” “per aver dedicato tutta la sua vita ai diritti dei bambini perché avessero la migliore scuola possibile”, Mario Lodi ha continuato ad essere attivo fino alla fine dei suoi giorni.
    Un secondo titolo firmato Lodi che spunta nel nostro speciale “Questo l’ho letto io” è il “mistero del cane”.
    Perché consigliarlo? Lasciamo ovviamente la parole ad una piccola lettorice, e con il suo libro salutiamo il “maestro di Vho”, anche autore di “La tv a capotavola”….

  • News Kids

    28 febbraio 2014
    10:32

    Coroncine per Carnevale!

    coroncina300La maschera della Principessa non tramonterà mai!

    Per creare una coroncina la procedura è molto semplice, cari genitori: scaricate e stampate il pdf, fate colorare alle vostre bambine la coroncina secondo il loro gusto, mettete un po’ di colla e la coroncina è pronta!

    Ci sono diversi tipi di coroncine, ma non solo: maschere di animali e mostri, le maschere proposte dall’Albero Azzurro e dalla Melevisione!

    E poi alcuni video che hanno per tema il Carnevale!

    Dopo il divertimento dei preparativi…non resta che giocare e godersi il Carnevale!

     

© RAI 2013 - tutti i diritti riservati. P.Iva 06382641006

Engineered by RaiNet